STRUDEL DI PATATE

Oggi voglio parlarvi di una ricetta rispolverata da un vecchio libretto di ricette della nonna Anna.

Ieri per una cena importante ho preparato questo strudel di patate e speck ed è stato un clamoroso successo.

Lo strudel si presta ad essere farcito in tantissimi modi, le versioni sono innumerevoli  dal dolce al salato il successo è assicurato. La versione che vi propongo è ottima come aperitivo, ma perfetto come contorno da accompagnare a uno stufato o comunque ad un piatto di carne importante o come portata unica.

strudel2

STRUDEL DI PATATE

Ingredienti per la pasta:

250  di farina (+ farina per spolverare la pasta)

1 uovo

Una presa di sale

2 cucchiai di olio (+ olio per spennellare la pasta)

1 dl acqua tiepida

Ingredienti per la farcia:

250 g di patate (pulite e pesate)

150 g di burro ammorbidito

40 g di zucchero nero

2 uova (separare i tuorli dall’albume)

125 g di creme fraiche

100 g di speck tritato

100 g di provola affumicata

40 g d’uvetta macerata nel rum (almeno 20 minuti)

60 g di mandorle macinate

30 g di pistacchi

La scorza grattugiata di un limone (non trattato)

Una spolverata di noce moscata

Mezzo litro di latte

Zucchero a velo

Preparazione:

mettere tutti gli ingredienti su una spianatoia, lavorare d’apprima con movimenti circolari e pizzicati, quando gli ingredienti   saranno amalgamati. Lavorare sino a quando l’impasto sarà elastico, ma  se durante la lavorazione  fosse troppo asciutto aggiungere qualche goccia d’acqua facendo attenzione che non diventi  colloso.

Dare alla  pasta una forma sferica ungerla di olio coprirla con pellicola e farla riposare almeno per mezz’ora.

Lavare le patate farle bollire quindi scolarle, sbucciarle e schiacciarle con lo schiaccia patate  quando sono ancora calde (mai farle freddare, eviterete così che diventino collose); preriscaldare il forno a 175° C .

Impastare il burro con lo zucchero e renderlo a pomata, unire i tuorli uno alla volta e sbattere con una frusta a mano sino alla comparsa in superficie di bollicine, mettere ora le patate, la creme fraiche, l’uvetta macerata le mandorle e pistacchi tritati grossolanamente, la scorza di limone grattugiata, lo speck, la provola grattugiata, la noce moscata il sale.

Montare a neve ferma le chiare ed inglobarle all’impasto ottenuto con delicatezza.

Prendere la pasta stenderla prima su un piano di lavoro infarinato poi sollevare l’impasto arrotolare senza schiacciare prendere un grande canovaccio posizionarlo sul piano di lavoro infarinare la superficie e adagiarvi l’impasto. Iniziare a stenderlo il più sottilmente possibile quando vi sembrerà quasi trasparente  ungerlo di burro (che avrete precedentemente sciolto in microonde  o bagnomaria, usatene una metà),con un pennello.

pasta strudel

Prendere l’impasto stenderlo omogeneamente, aiutandovi con il canovaccio arrotolare lo strudel facendo in modo che gli orli siano rivolti verso l’interno foderare  una placca da forno con carta forno (antiaderente la trovate al supermercato), dategli la classica forma da strudel bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta e ungere con il burro fuso rimasto.

Mettere in forno per circa 50 minuti. Prendere il latte farlo bollire con la vaniglia, lo userete per irrorare di tanto in tanto la superficie dello strudel.

Togliere dal forno attendere 5 minuti  spolverare con lo zucchero a velo e servire.

strudel3

Questa è una ricetta che richiede sicuramente attenzione e tempo, ma vi garantisco  essere  gustosissima e di grande effetto. fatemi sapere

Annunci

Informazioni su chefsandracapuano

Sono una personal chef appassionata della cucina tradizionale italiana. Ho cucinato e scritto di cucina, ho creato eventi e collaborato alla realizzazione di prodotti televisivi e testate web, ho tenuto e tengo corsi nella mia scuola romana di cucina “La casa delle salse succose”, soprattutto per trasmettere ad altri il piacere vissuto di un’infanzia fatta di profumi antichi ed appetitosi e di piccole piacevolissime ma indimenticabili soddisfazioni del gusto. Se vorrete qualche consiglio culinario e ricette non esitate a contattarmi via mail, così come se doveste organizzare una cena io sarò a vostra disposizione e sono in grado di spendere sicuramente meno di quello che spendereste voi. Chef Sandra Sandra Capuano N.b. essendo io megalomane non riesco a sfrondare più di tanto Sandra Capuano N.b. essendo io megalomane non riesco a sfrondare più di tanto
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI, contorni, cucina, ricette e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a STRUDEL DI PATATE

  1. Guido ha detto:

    Non lo conoscevo… voglio provarlo quanto prima 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...